Omnicanalità per i Negozi di Abbigliamento: le migliori strategie da mettere in pratica

blank

Oggi si sente parlare sempre più spesso di omnicanalità, una strategia di vendita figlia della rivoluzione digitale. I consumatori hanno a disposizione una serie di canali sui quali fare shopping o semplicemente per ricevere supporto: dagli e-commerce ai marketplace, dai social ai negozi fisici. È il retail 4.0, che deve venire incontro alle esigenze dei clienti e soddisfare le loro richieste, indipendentemente dal canale che utilizzano.

Ed è qui che entra in gioco l’omnicanalità, che deve fornire una “shopping experience” soddisfacente a 360° sia sui canali online che su quelli offline. Il cliente ad esempio può consultare il sito web di un brand e, apprezzando i contenuti offerti, decide di proseguire l’esperienza nel negozio fisico. Tutti i canali di distribuzione, promozione e comunicazione devono integrarsi ed agire in perfetta sinergia.

Abbiamo chiesto agli esperti di MagicStore quali sono le 5 strategie che si possono attuare nei negozi di abbigliamento per convertire i visitatori in clienti fidelizzati ed aumentare la percentuale di vendita. Ecco di seguito le loro indicazioni.

Cosa si intende per “customer journey”?

Per comprendere meglio il concetto di omnicanalità, è opportuno capire cos’è il “customer journey”, cioè il “viaggio del consumatore” che si snoda secondo 5 passaggi:

  • conoscenza: è il primo step in cui il cliente viene a sapere dell’esistenza di un brand;
  • familiarità: il brand viene identificato e riconosciuto tra gli altri;
  • considerazione: il cliente apprezza i prodotti e la politica del marchio, quindi prende seriamente in considerazione l’idea di acquistare;
  • acquisto: il consumatore decide di comprare;
  • fidelizzazione: il visitatore è stato convertito in cliente fidelizzato che torna ad acquistare anche in futuro.

Naturalmente il viaggio del consumatore non è lineare, quindi bisogna ottimizzare tutti i “touchpoints” intesi come punti di contatto tra cliente e brand. Una vetrina di un negozio, uno stand ad una fiera o un canale social sono tutti “touchpoints”.

Il concetto di phygital

Gli esperti di MagicStore ci hanno spiegato che tutti i negozi di abbigliamento, per essere competitivi, devono essere “phygital”, una crasi di “physical” e “digital”. Il punto vendita deve quindi rappresentare un mix perfetto di esperienza online ed offline, dove la tecnologia riveste un ruolo fondamentale. L’online non deve essere visto come un nemico dagli store fisici, ma anzi come un prezioso alleato da sfruttare.

L’analisi dei dati in chiave omnicanale

Indipendentemente dal canale usato dai clienti, è fondamentale conoscere il proprio target di pubblico. Esistono diversi strumenti altamente affidabili che forniscono dati preziosissimi che rivelano importanti informazioni sulle modalità e sulle preferenze d’acquisto dei consumatori.

Dall’analisi dei dati potrebbe emergere che c’è un grande flusso di clienti sui canali social tra le 9:00 e le 11:00, mentre nella fascia pomeridiana dopo le 18:00 arrivano diversi clienti nel negozio fisico. In tal caso nella fascia mattutina si potrebbero lanciare più offerte e promozioni online, destinando poi buona parte delle risorse umane alla gestione del negozio fisico nella fascia pomeridiana.

Questo naturalmente è solo un esempio, che fornisce però utili indicazioni per un’intelligente gestione del negozio, l’ottimizzazione delle risorse ed una strategia mirata e finalizzata ad aumentare le vendite.

Marketing automation

La parola magica per differenziarsi è personalizzazione. I consumatori vogliono servizi modellati sulle loro esigenze ed i negozi di abbigliamento devono cucire addosso a loro un servizio su misura. Il marketing automation è un validissimo strumento per personalizzare la proposta e fornire offerte accattivanti e customizzate ai clienti.

Ne è un esempio perfetto il remarketing, cioè una forma di pubblicità online finalizzata a riconnettersi con persone che già hanno interagito col brand. Magari alcuni clienti hanno abbandonato il carrello proprio al momento dell’acquisto, o semplicemente risultano inattivi da un po’. In questi casi è sufficiente inviare loro delle email per proporre promozioni mirate o invitarli in negozio per approfittare degli sconti a loro riservati.

L’Intelligenza Artificiale

Talvolta neanche ce ne accorgiamo, ma l’Intelligenza Artificiale fa parte stabilmente della nostra vita. Il T9 ad esempio, che corregge in automatico alcuni errori di battitura, è già uno strumento di Intelligenza Artificiale.

L’AI può, anzi deve essere usata anche nei negozi di abbigliamento e molti infatti già si stanno attrezzando. Alcuni store sofisticati si sono dotati di specchi e camerini interattivi, capaci addirittura di fornire indicazioni sui colori e sugli abbinamenti più indicati, così da dare linfa a tecniche di vendita come cross-selling e up-selling.

Tutte queste strategie aiutano gli imprenditori ad avere un rapporto diretto con la propria clientela ed aumentare la fidelizzazione del cliente. Strategie ed attività che devono poter essere supportare su strumenti e servizi capaci di semplificare le attività dei negozianti. Grazie alla partnership tra MagicStore e Skatti, i retaliers hanno la possibilità di gestire l’omnicanalità da una piattaforma unica (MagicStore) e di creare delle schede prodotto accattivanti grazie ai contenuti fotografici proposti da Skatti.

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Su di noi

Skatti è la soluzione fotografica per i prodotti del tuo eCommerce. Realizziamo foto professionali in still life con sfondo bianco o trasparente.

Articoli recenti

Seguici

Video spot

Cosa aspetti per ordinare il tuo servizio fotografico?

E' facile, veloce e puoi farlo subito!
Ordinare da Skatti